Riflessologia plantare

Studio La Piazzetta Pisa
 
Riflessologia plantare

 

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La Riflessologia Plantare ha una storia alquanto antica: i primi trattamenti realizzati massaggiando i piedi sono stati applicati in Cina ed India nel 5000 a.C., dove si usavano terapie mediche utilizzanti la pressione delle dita per influenzare i campi energetici dell’organismo.

 Inizio VI dinastia 2330 a.C. Dipinto contenuto nella tomba di Akhmahor detta la “Tomba del medico” a Saqquara. Per l'arrivo della riflessologia plantare in Occidente si dovette attendere sino al XX secolo. Fu un otorinolaringoiatra statunitense, William Fitzgerald, a introdurre per primo questo tipo di terapia. Fitzgerald infatti elaborò un metodo, definito terapia zonale, che consisteva nell'esercitare una pressione in certi punti del corpo, sia con le mani che con strumenti speciali. Egli divise il corpo in dieci zone lungo le quali fluisce l'energia vitale, dagli alluci fino alla testa e riuscì in certi casi a ottenere un effetto anestetico per contrastare la presenza del dolore in una determinata zona. Questa forma di riflessologia introdotta da Fitzgerald fu adottata da diversi dentisti, poi venne conosciuta da un medico di New York, Edwin F. Bowers, che la diffuse nel resto del Paese per averla citata in diversi suoi trattati. Negli anni '30, Eunice Ingham, terapeuta americana, proseguì le ricerche dei suoi predecessori, pubblicando alcuni libri sulla riflessologia plantare come "Le storie che i piedi potrebbero raccontare" e "Storie raccontate dai piedi", concentrandosi esclusivamente sulla digitopressione legata ai piedi. La riflessologia plantare venne infine introdotta in Europa a partire dagli anni '50 e oggi viene praticata da numerosi operatori e fisioterapeuti, assieme ad altre tecniche manuali, sia diagnostiche che terapeutiche.

Attraverso un trattamento riflessologico è possibile intervenire sui processi interni del corpo operando sulla sua periferia, in modo del tutto innocuo; ecco perché il massaggio zonale del piede è diventato una delle terapie “dolci” più praticate. Il suo approccio è olistico, prende cioè in considerazione l’essere umano nella sua totalità: ogni disturbo viene collegato allo stato generale del paziente e in questo senso curato.

Chi può rivolgersi a un Riflessologo?

Chi cerca il rilassamento, la prevenzione e il mantenimento del benessere generale.

Chi ha problematiche legate all'insonnia, alla cattiva digestione e allo stress che possono essere affrontate con ottimi risultati.

Chi ha dolori, allergie e sintomi legati alla stagionalità. Alcune persone affiancano la Riflessologia alle normali cure sanitarie che stanno facendo, altre si regalano semplicemente un'ora di assoluto relax, come solo il massaggio ai piedi sa donare, soprattutto dopo una giornata di lavoro.

La seduta si svolge con la persona sdraiata comodamente sul lettino e ha una durata di circa un'ora.

Riferimento:

Valentina Acciarito - Cell. 339-4521288

 

STUDIO DI TERAPIA E RIABILITAZIONE LA PIAZZETTA | Via Guidiccioni 6/B,  - Ghezzano - 56017 San Giuliano Terme (PI) - Italia | P.I. 01962510507 |
Cell. +39 339 6962692 | centrolapiazzetta@gmail.com Copyrights ©2014: Clinico